Charity Dinner 2018. Una serata speciale per i 15 anni di Ariel.

Successo di partecipazione e di donazioni per la serata di gala di Ariel, organizzata in occasione dei 15 anni di Fondazione Ariel con il Patrocinio del Comune di Milano, presso la Sala delle Otto Colonne di Palazzo Reale lunedì 28 maggio. Circa 25.000€ le donazioni raccolte che verranno integralmente impiegate per i progetti dedicati ai bambini con Paralisi cerebrale e alle loro famiglie. Grazie a tutti gli amici che hanno contribuito a questo incredibile risultato!

Un traguardo da celebrare ma soprattutto un nuovo passo del nostro cammino insieme alle famiglie con bambini con Paralisi cerebrale infantile. Lunedì 28 maggio abbiamo festeggiato 15 anni dalla nascita di Fondazione Ariel, con il Patrocinio del Comune di Milano, presso la Sala delle Otto Colonne di Palazzo Reale. Una serata carica di emozione e di gioia per quanto realizzato e quanto ancora possiamo fare insieme a tanti amici e sostenitori. Come i 190 ospiti che hanno partecipato al Charity dinner, amici di lunga data e più recenti, che hanno voluto essere al nostro fianco in questa occasione speciale. 

Ad aprire la serata con il sorriso e la simpatia che la contraddistinguono, una presentatrice d'eccezione e amica di Ariel, la bellissima conduttrice Camila Raznovich. Al suo fianco in apertura il presidente Massimo Linares che ha approfittato dell'occasione per ricordare i numeri di questo lavoro: "Una occasione importante - ha introdotto - che ci offre lo spunto per ricordare quanto siamo riusciti a fare per le famiglie che affrontano la sfida di crescere un figlio con Paralisi cerebrale. Nei primi 15 anni di attività Ariel ha aiutato 3.200 bambini con questa patologia e altre disabilità neuromotorie, che hanno beneficiato di cure e assistenza nel reparto pediatrico, nonché di protocolli di trattamento sviluppati grazie all'attività di ricerca scientifica promossa dalla fondazione. Ogni anno circa 100 bambini partecipano alle attività di gioco, animazione e divertimento organizzate da noi sul territorio. Ha offerto un servizio di counseling telefonico e on line rispondendo a circa 2.800 richieste di aiuto. Ha accompagnato oltre 2.250 famiglie in percorsi formativi e gruppi di sostegno; ha promosso 115 momenti formativi in tutta Italia, che hanno visto la partecipazione di oltre 2.700 operatori del settore tra cui medici, psicologi, neuropsichiatri infantili, fisioterapisti, riabilitatori, educatori, ecc. Ha collaborato con più di 86 istituzioni italiane e straniere, in ambito sanitario, universitario, della pubblica amministrazione, dell’associazionismo e del Terzo Settore". 

Il presidente ha illustrato le direttrici d'azione dei prossimi progetti che si concentreranno su "attività di animazione e tempo libero per i bambini e su un'implementazione della nostra offerta, integrando i servizi di counseling, caratterizzati prevalentemente da modalità di risposta telefonica e on line, con la creazione di un Centro in cui uno staff di professionisti in varie materie e di consolidata esperienza, accolga le famiglie supportandole con competenza, continuità ed empatia nel loro percorso". E' stato invece il professor Nicola Portinaro, direttore medico scientifico a riassumere i passi compiuti dalla Ricerca "in particolar modo nei campi della Proteomica, Biomeccanica, Morfologica e Genomica, in relazione al trattamento delle patologie neuromuscolari legate alla Paralisi cerebrale infantile".

A portare la voce delle famiglie è stata Federica Gaidano, mamma di Francesca, bambina di Ariel, oggi giovane donna: "Ariel Ë cresciuta così come sono cresciuti i nostri figli. E' importante che crescano anche i progetti e le risposte che la fondazione dedica alle famiglie che, anno dopo anno, affrontano sempre nuove esigenze e nuove sfide. Per questo E' importante continuare a sostenere la Stella di Ariel per noi e per i nostri figli - bambini e ragazzi speciali che hanno molto da insegnarci - ha concluso - perché sono loro in fondo a infondere forza e serenità a noi genitori anche quando siamo in difficoltà; sono loro i primi a spronarci ad andare avanti e a sorridere anche di fronte ai problemi".

La parola è passata quindi allo chef Marco Sacco, due Stelle Michelin, del Ristorante Piccolo Lago di Mergozzo, e ai suoi piatti gourmet: uno speciale menu che ha stupito piacevolmente tutti i nostri ospiti per sapore e originalità oltre che per bellezza delle portate, delle vere opere d'arte. A solleticare il palato anche gli squisiti formaggi offerti dall'azienda Luigi Guffanti Formaggi 1876 e le paste della Pasticceria Manuelina di Briga Novarese, già vicina a Fondazione Ariel, che ha offerto anche le golose roselline del Lago d'Orta e il caffè insieme alla storica azienda La Cimbali. Nei calici i vini bianchi dell'azienda Franz Hass, i rossi della casa vinicola Aldo Rainoldi e il moscato di Mongioia, beverages Zoppis. A coordinare la sala il sommelier Matteo Pastrello insieme a Silvia di Lauro e i giovani dell'Istituto Maggia di Stresa, la prima scuola alberghiera d'Italia, fondata nel 1938.

Un altro momento importante della serata è stata l’asta di beneficenza, quest’anno più unica che mai grazie alla collaborazione della prestigiosa casa d’asta Christie’s. Abbiamo avuto infatti il piacere e l’onore di avere con noi il direttore in persona di Christie’s Italia, Cristiano De Lorenzo, insieme a Elena Zaccarelli, specialist Modern and Contemporary Art di Christie’s. Dallo storico scranno di Christie’s De Lorenzo battuto all’asta i fantastici premi donati da donatori privati e numerose prestigiose aziende vicine ad Ariel: Sky, Ristorante Piccolo Lago, Ristorante Gong, Ristorante El Carnicero, Cavallino Bianco, Associazione Rodolfo Bonetto, Lumina Italia, Tenuta Larnianone, Hotel Pirovano Stelvio, Palestra Ceresio 7 Gym ed Extro Parrucchieri Milano. Una vera gara di generosità a suon di donazioni in cui i migliori offerenti hanno avuto l’occasione di compiere un gesto di autentica solidarietà, aggiudicandosi allo stesso tempo dei doni esclusivi. La serata si è poi chiusa in bellezza con il dj set e l'ottima musica del dj Tambourine

Una sintesi perfetta di amicizia, divertimento e solidarietà che ci ha permesso di raccogliere la cifra record di circa 25.000€ di donazioni, integralmente destinate a sostenere i nostri progetti. Il ricavato dell'evento si tradurrà in nuove attività e progetti per i piccoli con disabilità neuromotorie e in nuovi corsi e servizi dedicati alle loro famiglie. 

Grazie di cuore a all'Unione turistica del Lago d'Orta e a Magic, che hanno collaborato all'organizzazione. Grazie a tutti gli amici che hanno parteciapto. Grazie a tutte le aziende che ci hanno aiutato a dare vita a questa serata speciale, che vi raccontiamo con le foto del nostro fotografo di fiducia, Luca Cortese.

FONDAZIONE ARIEL

SEDE LEGALE
Via Manzoni, 56 -
20089 Rozzano (MI)

SEDE OPERATIVA
via Sardegna, 7 - 20090
Fizzonasco di Pieve Emanuele (MI)

TEL. 02.8224.2315
FAX 02.8224.2395

MAIL fondazione.ariel@humanitas.it

immagine