Giornata mondiale della Paralisi cerebrale 2018

Anche quest'anno Fondazione Ariel è in prima fila fra le associazioni che aderiscono alla Giornata mondiale della Paralisi cerebrale, una importante occasione di sensibilizzazione su questa patologia poco conosciuta e sui bisogni dei bambini e degli adulti che ne sono colpiti. Una giornata per ricordare cos'è la Paralisi cerebrale, per sensibilizzare e dare voce a tutti i bambini e le persone che ne sono colpite. Ma non solo. La giornata mondiale della Paralisi Cerebrale, il World Cerebral Palsy Day, è un movimento internazionale formato da - e che lotta per - la comunità internazionale di persone colpite da questa patologia. Dal 2015 Fondazione Ariel aderisce a questa giornata. Per garantire che tutti i bambini e gli adulti con Paralisi cerebrale abbiano gli stessi diritti e le stesse opportunità di tutti gli altri. 

La Paralisi cerebrale è la disabilità fisica più comune nell'infanzia ed è anche una delle meno conosciute e comprese. I tempi di diagnosi sono spesso lunghi e molti genitori e le loro famiglie non hanno accesso alle informazioni e a un supporto di base, la ricerca necessita di maggiori fondi, mentre società e aziende non prendono in considerazione le persone affette da Paralisi cerebrale. 

 

Per i sottotitoli in italiano cliccate sul pulsante    in basso a destra.

 

Fondazione Ariel dal 2003 lavora perché tutto questo cambi, per offrire una risposta alle famiglie di bambini con questa e altre disabilità neuromotorie, per sensibilizzare l'opinione pubblica, per promuovere la ricerca e una piena realizzazione dei diritti di questi bambini e le loro famiglie e permettere loro una vita serena, gioiosa e attiva come tutte le altre. Per questo Fondazione Ariel aderisce al movimento World Cerebral Palsy Day, unendo le proprie energie a quelle delle altre associazioni e organizzazioni che in altri Paesi lavorano per raggiungere i medesimi obiettivi.

 

Sei aree chiave per il cambiamento

Sono sei le  aree chiave fondamentali per il successo collettivo, sei ostacoli, individuati dalla comunità internazionale Giornata Mondiale CP, fondamentali a  prescindere dal luogo in cui si vive.

 

Sensibilizzazione 

Mettere fine all'ignoranza e allo stigma che può creare, con la costruzione di una vera comprensione di cos'è la Paralisi cerebrale (e cosa non è). Dobbiamo creare un cambiamento culturale in modo che tutti in una società possa accogliere i bambini e gli adulti con Paralisi cerebrale come fratelli, sorelle e cittadini a tutti gli effetti. 

 

Diritti civili

Garantire che i funzionari istituzionali e governativi a livello locale, regionale e nazionale passino dai proclami alle azioni concrete per garantire i diritti fondamentali delle persone con disabilità, che la piena cittadinanza e le opportunità individuali siano reali.

 

 

Ambito medico e terapeutico

Lavorare per maggiore informazione e formazione su diagnosi e trattamento della Paralisi cerebrale in modo che medici e terapisti siano in grado di diagnosticare prima possibile la Paralisi cerebrale e garantire a tutti i bambini la migliore assistenza possibile perché vivano la vita più completa possibile.

 

Qualità della vita

Garantire orientamento, supporto e ispirazione per la comunità di persone con Paralisi cerebrale, le famiglie e tutte le persone che ruotano intorno a esse. Non solo per aiutare ognuno a 'sopravvivere' alle sfide della malattia ma per assicurarsi che possano essere vitali e abbiano una vita piena e gioiosa. 

 

Istruzione

Aiutare tutti gli educatori a creare un'esperienza che incoraggi la comunità più ampia possibile ad abbracciare le persone con Paralisi cerebrale. Garantire un percorso scolastico e di formazione ai bambini e ai ragazzi con disabilità così come ai loro coetanei.

 

 

Contributo

Ognuno di noi ha una propria abilità e può a suo modo contribuire economicamente, artisticamente, socialmente e / o politicamente alla società. E tutti dovremmo essere messi nelle condizioni di dare il nostro contributo. Non essere messi nella condizione di farlo non è solo una sconfitta personale, è anche una privazione per l'intera società e per la sua cultura, privata di qualcosa che è essenziale per garantire che essa fiorisca e migliori. 

 

Passiamo all'azione

È il momento di colmare il divario fra la realtà di tutti i giorni e il reale potenziale delle persone che vivono con la Paralisi cerebrale. Attraverso la Giornata Mondiale della Paralisi Cerebrale, ci uniremo insieme per unire le nostre risorse, energie e conoscenze. Condivideremo le nostre storie e le idee migliori. Noi diciamo al mondo ... IO SONO QUI ... NOI SIAMO QUI!

Ciascuno di noi, persone con Paralisi cerebrale, genitori, amici, familiari, associazioni, enti e istituzioni che conoscono o vivono la Paralisi cerebrale possono passare all'azione e impegnarsi nel proprio territorio. L'impatto complessivo di questa giornata sarà legato all'impegno di ciascuno di noi, in ciascun Paese. 

Come?

1) Scarica le infografiche - che abbiamo tradotto in italiano - che spiegano cos'è la Paralisi cerebrale e diffondile per sensibilizzare il maggior numero di persone.

Scarica l'infografica Paralisi cerebrale. Cos'è?

Scarica l'infografica Paralisi cerebrale. Diagnosi e trattamenti

 

2) Condividi la tua storia nella mappa internazionale della Paralisi cerebrale. Potremo entrare in rete con altre famiglie e persone che vivono la disabilità, condividere le nostre idee e soluzioni che possono essere applicate in altri luoghi e raggiungere la comunità di persone che con passione credono nei diritti e nelle opportunità per le persone con disabilità. 

Inserisci già ora la tua storia, la tua sfida e le tue vittorie sulla mappa internazionale.

 

3) Condividi sui tuoi profili social media i post della nostra pagina Facebook

Scarica e utilizza la cover per il tuo profilo Facebook.

Scarica e utilizza la cover per il tuo profilo Twitter.

Scopri e scarica tutti i materiali realizzati dalla campagna World Cerebral Palsy Day (in inglese) per sensibilizzare su questa importante sfida! 

 

FONDAZIONE ARIEL

SEDE LEGALE
Via Manzoni, 56 -
20089 Rozzano (MI)

SEDE OPERATIVA
via Sardegna, 7 - 20090
Fizzonasco di Pieve Emanuele (MI)

TEL. 02.8224.2315
FAX 02.8224.2395

MAIL fondazione.ariel@humanitas.it

immagine