Fondazione Ariel alla Fiera delle Belle Notizie di Vedelago

Fondazione Ariel alla Fiera delle Belle Notizie di Vedelago

Il 25 settembre l’Istituto Comprensivo Statale di Vedelago ha promosso l'appuntamento dedicato alle notizie degne di nota che riportano episodi di bontà, generosità e di sogni realizzati. Fra le news segnalate e approfondite anche il progetto del Gruppo di Sostegno che Ariel ha dedicato alle famiglie di bambini con disabilità neuromotoria.

Spesso si tende a mettere in rilievo le brutte notizie di cronaca riportate sui giornali, sui social o su altre fonti di informazione, dando poco spazio a belle notizie ed episodi positivi, che talvolta passano inconsciamente in secondo piano. È in quest’ottica che all’interno del progetto I CARE, iniziativa del professore di Religione Lorenzo Zanon, gli studenti delle terze medie dell’Istituto Comprensivo Statale di Vedelago, in provincia di Treviso, da ormai tre anni compiono una missione davvero particolare organizzando La Fiera delle Belle Notizie.

Una bella occasione per individuare e dare il giusto spazio a tutte quelle buone notizie, che capitano tutti i giorni, e che nonostante siano riportate sui canali di informazione, vengono il più delle volte oscurate dagli evidenti episodi negativi che colpiscono il mondo oggigiorno.

Grazie alla studentessa Maria Berton quest’anno anche Fondazione Ariel è stata invitata a questo importante appuntamento. Ciò che ha colpito più Marta, mentre navigava sui social, è stato un articolo che parlava del Gruppo di sostegno di Fondazione Ariel dedicato alle famiglie di bambini con Paralisi Cerebrale Infantile, nel quale si spiegavano le caratteristiche di questa grave forma di disabilità, le terapie mediche e gli ausili offerti dalla Fondazione.

Il tesoriere di Fondazione Ariel, il dottor Gilberto Zanin, è così intervenuto alla fiera per raccontare la missione di Ariel e, intervistato dagli studenti, ha presentato l'idea originaria dell'ente del Professor Nicola Portinaro, la vision e l'impegno di tutto lo staff insieme alla grande generosità dei sostenitori che con le loro donazioni rendono possibile garantire supporto e servizi alle famiglie che affrontano la sfida della disabilità. Partendo dall’approfondimento delle disabilità neuromotorie infantili, passando per i numerosi progetti e traguardi raggiunti in questi 18 anni di attività grazie ad esperti e a chi ci sostiene, il dottor Zanin ha sottolineato come Fondazione Ariel sia la "Stella guida" e il punto di riferimento per i bambini con disabilità neuromotorie e per le loro famiglie, aggiungendo in che modo offre loro supporto concreto nel percorso di crescita dei propri figli.

Guarda il servizio che RAINEWS ha dedicato a questo appuntamento

 

 

 

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?