"Training autogeno on line". In partenza la terza edizione

Per le famiglie di bambini con disabilità. Incontro introduttivo aperto a tutti il 21 gennaio alle ore 18.30. Seguono 10 incontri on line da gennaio a inizio aprile, in streaming.

Per ritrovare il proprio equilibrio, per affrontare le fatiche di tutti i giorni e le nuove complessità legate all’emergenza sanitaria e alle incognite che la accompagnano, per superare lo stress e i pensieri negativi. Apriamo il nuovo anno con una nuova edizione del percorso di "Training autogeno" in versione on line, dedicato alle famiglie di bambini con disabilità. Il percorso condotto dalla psicologa e psicoterapeuta Silvia Punzi verrà presentato giovedì 21 gennaio in un primo incontro introduttivo, aperto a tutti. Seguiranno 10 appuntamenti, tutti i giovedì sera, dalle 18.30 alle 19, dal 28 gennaio al 1 aprile

 

Cos'è il Training autogeno?

La tecnica di rilassamento tramite Training autogeno, ideata da Schultz nella prima metà del ‘900, fonda i suoi presupposti sulla constatazione di due correlati fisiologici dello stato psicologico di calma: la pesantezza, esito dell’esperienza della decontrazione muscolare, e il calore, espressione della vasodilatazione periferica. Esercitandosi a percepire pesantezza e calore nei vari distretti corporei si realizza l’opposto di ciò che si verifica in una situazione di stress, di tensione o ansia e si raggiunge lo stato autogeno di rilassamento e calma mentale. Come dice il nome stesso - “training" - si tratta di un allenamento con esercizi regolari, autoindotto dalla persona stessa, "autogeno". Attraverso una serie di esercizi che si ripetono in un ordine prestabilito, questa tecnica mette in gioco i sistemi - muscolare, vascolare, cardiaco, respiratorio, addominale e cefalico - coinvolti negli stati di stress e di ansia, generando benessere psicofisico, prezioso per la prevenzione del disagio e della malattia. Obiettivo di questa pratica e del percorso è raggiungere sempre più rapidamente grazie a questa disciplina uno stato di distensione fisiologica e calma interiore, utili per affrontare affaticamento e stress ingenerate dall'emergenza sanitaria in corso, così come da ogni situazione protratta di difficoltà.

 

Il nuovo percorso on line

 

Il percorso on line “Training autogeno” è gratuito e dedicato a famiglie di bambini con disabilità che in questo periodo stanno affrontando un carico di stress e di tensione molto alto legato all'emergenza Covid-19 e a ciò che comporta nella vita di ciascuno. Gli incontri avranno un massimo di 10 partecipanti e saranno fruibili avvalendosi della piattaforma ZOOM. Gli incontri di training saranno ciascuno della durata di 30 minuti: 15 minuti saranno dedicati al Training Autogeno in senso stretto mentre all’inizio e alla fine sarà lasciato un tempo per il resoconto sull’attività svolta a casa e il feedback su quanto successo in seduta. 

I partecipanti apprenderanno tecniche ed esercizi che potranno poi svolgere in completa autonomia, recuperando la calma e l’equilibrio interiore in qualsiasi momento. Ad accompagnare i partecipanti in questo percorso sarà la psicologa e psicoterapeuta Silvia Punzi, che ha già curato le prime due edizioni di “Training autogeno” di Fondazione Ariel nel 2018 e nel 2019. La dottoressa Punzi ha inoltre lavorato presso la Fondazione IRCCS Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico di Milano e l’Università degli Studi di Milano, presso l'ospedale Humanitas dove ha condotto percorsi di Training Autogeno per il personale e, come libero professionista, collabora con aziende del settore pubblico e privato.

 

Per partecipare

Sono aperte le iscrizioni alla terza edizione del percorso “Training autogeno on line” che si svolgerà dal 28 gennaio fino al 1 aprile tutti i giovedì dalle ore 18.30 alle 19.00.

Le date degli incontri sono: 

- 28 gennaio

- 4, 11, 18, 25 febbraio  

- 4, 11, 18, 25 marzo 

- 1 aprile

Per partecipare è necessario compilare entro il 19 gennaio il form in calce a questa pagina. Dopo l’iscrizione verrà inviata mail con tutte le informazioni per partecipare all’incontro su piattaforma ZOOM. Per informazioni o domande ulteriori è possibile contattare via mail la dottoressa Stefania Cirelli all’indirizzo stefania.cirelli.ariel@humanitas.it.

 

ISTRUZIONI PER ZOOM

Gli incontri si svolgeranno a distanza attraverso la piattaforma ZOOM. Gli iscritti potranno accedere con qualsiasi dispositivo (computer, smartphone o tablet), purché ovviamente sia connesso a Internet.

• Se si utilizza ii computer si può accedere alla piattaforma direttamente dal browser cliccando su questo link  e una volta visualizzata la pagina sul tasto "Join meeting" inserendo il codice della lezione e la password che verranno comunicate dopo l’iscrizione.

• Se si utilizza lo smartphone è possibile scaricare l'applicazione Zoom gratis per Android e iOS. Basterà andare sullo store delle app (App store sui dispositivi iOS, Play Store su quelli Android) e cercare "Zoom cloud meeting". Poi scaricare e installare 'app, contraddistinta da una icona azzurra con il simbolo di una videocamera bianca all'interno. Una volta aperta l'app Zoom, basterà poi cliccare sul tasto "Join meeting" e nella schermata successiva inserire il codice della lezione e la password che verranno comunicate dopo l’iscrizione, aggiungendo il proprio nome utente.

Seguono altri due clic: uno su "Join with video" per poter usare la telecamera del dispositivo, e uno su "Call using internet audio" che permette di utilizzare l'audio via web e sentire così l'insegnante.

A conclusione della lezione si potrà lasciare il meeting cliccando in alto, su "Leave meeting".

Compila il form per iscriverti:

Appuntamento dedicato a famiglie, operatori e volontari

Minore con disabilità

 

 

Ai sensi degli art. 7, 13 e 15 del Reg. UE 2016/679

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?