Gruppo di sostegno per genitori “L’incontro”. Prima edizione

Gruppo di sostegno per genitori “L’incontro”. Prima edizione

Le insicurezze che vivono quotidianamente i genitori di bambini con disabilità sono tante e generano domande a cui spesso non si trovano risposte autonomamente. Dopo la diagnosi di disabilità, infatti, è molto importante che ogni famiglia riceva non solo le giuste cure mediche ma anche un adeguato sostegno psicologico. Per questo nasce il gruppo di sostegno per genitori di bambini e ragazzi con disabilità "L'incontro", in cui potersi confrontare con chi vive le stesse esperienze sotto la guida di un esperto.

Insicurezza, paura, senso di smarrimento, ma anche voglia di reagire e comportarsi al meglio, senza sapere da dove partire… sono questi alcuni dei sentimenti che accomunano molti genitori quando viene diagnosticata una disabilità del proprio figlio.
Da questo momento in poi per ogni famiglia comincia un lungo percorso fatto di studio e di ricerche per compendere al meglio la patologia che ha cambiato la vita del proprio figlio e quella di tutta la famiglia, fatto di viaggi verso centri specializzati, attese e visite mediche, e fatto soprattutto di sfide quotidiane. Sfide alla disabilità, ai limiti che sembra definire, ai propri limiti e a quelli delle persone intorno alla famiglia, della società.
A emergere è spesso un senso di disorientamento che può trasformarsi preso in confusione o senso di inadeguatezza.

Da qui nasce il gruppo di sostegno per genitori di bambini con disabilità neuromotorie “L’incontro” di Fondazione Ariel. Un luogo di incontro in cui le mamme e i papà di bambini e ragazzi con disabilità possono trovarsi e confrontarsi sotto la guida di un esperto sull'avventura che stanno affrontando. Per confrontarsi con chi conosce il significato di questa sfida, con chi ha già intrapreso questo cammino cercando di trarne il meglio, di aprire se stessi e la propria famiglia a questa nuova dimensione.


“L’incontro” si rivolge sia a coppie che a singoli genitori che abbiano voglia di mettersi in gioco e confrontarsi con chi vive esperienze simili alle proprie, per scambiarsi emozioni e storie che spesso si pensa nessun altro possa capire. 
Ad accompagnare i genitori in questo percorso sarà la psicologa e psicoterapeuta Carla Gaddi, esperta di dinamiche della coppia, della famiglia e dei processi di integrazione. 

 

Per partecipare 

Il primo ciclo del gruppo "L'incontro" prevede 6 appuntamenti che si svolgeranno da gennaio a giugno 2014, dalle dalle 10.00 alle 13.00 presso il Building 2 dell'Istituto Clinico Humanitas in Via Manzoni 56, a Rozzano (MI).
Le date stabilite sono: 18 gennaio, 8 febbraio, 15 marzo, 12 aprile, 20 maggio, 7 giugno. La partecipazione agli incontri è gratuita, per iscriversi basta mandare una mail a fondazione.ariel@humanitas.it oppure chiamare il Numero verde 800.133.431.

 

Un sabato per voi 

Per permettere ai genitori di frequentare in tutta serenità il corso sarà attivo "Un sabato per voi", lo spazio di intrattenimento bambini curato dai volontari di Fondazione Ariel, un'opportunità rivolta anche a bambini e ragazzi i cui genitori non partecipano al gruppo di sostegno.
Per partecipare è possibile contattare Fondazione Ariel al Numero verde gratuito 800.133.431. Per accogliere nel migliore dei modi i bambini che partecipano per la prima volta, invitiamo i genitori a contattare la dott.ssa Stefania Cirelli chiamando il Numero verde o scrivendo a stefania.cirelli.ariel@humanitas.it.

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?